Come Mantenersi in Buona Salute | Centro Risorse per la Prevenzione

II. Il posto di Dio nella fede di Scientology

Il posto di Dio nella dottrina di Scientology non sembra essere dominante, come lo è nel Cristianesimo, nel Giudaismo e nell’Islam, ma è chiaramente presente. Nel libro La Religione di Scientology, nel capitolo Dottrina e Pratica, si definisce la sua missione come “aiutare l’individuo a diventare consapevole di se stesso come essere immortale e aiutare se stesso a conseguire e ottenere le verità fondamentali riguardo a se stesso, la sua relazione con gli altri... e l’Essere Supremo”. Qui e nella forma di servizio religioso abituale si asserisce che “noi vogliamo cancellargli i peccati in modo che possa essere buono abbastanza da riconoscere Dio” e “La migliore prova di Dio che l'Uomo abbia è il Dio che lui trova dentro se stesso”. Si riconosce che l’insegnamento di Dio dentro se stessi e la reincarnazione collegano Scientology alle forme orientali e indiane del pensiero religioso. Così si asserisce la meta di “una salvezza individuale in armonia con le altre forme di vita, l’universo fisico e, infine, l’Essere Supremo. È in questa tradizione orientale che troviamo il background di Scientology”.

Si parla di Dio in termini di Ottava Dinamica, il più alto livello di realtà che si raggiunge quando la Settima Dinamica, l’universo spirituale, si “raggiunge nella sua totalità”. Dio e l’universo spirituale vengono anche “classificati come universo theta” e si descrive il theta o il thetan come “spirito” o la “persona stessa”.

Si parla di Dio in termini di Ottava Dinamica, il più alto livello di realtà che si raggiunge quando la Settima Dinamica, l’universo spirituale, si “raggiunge nella sua totalità”. Dio e l’universo spirituale vengono anche “classificati come universo theta” e si descrive il theta o il thetan come “spirito” o la “persona stessa”. C’è una continua insistenza sull’uomo come entità spirituale e il rifiuto di spiegazioni materialistiche delle origini umane. L’Uomo è immortale, ha vissuto un numero incalcolabile di vite e può innalzarsi fino a Dio. Questo è certamente simile ad alcune credenze religiose indiane ed è importante nell’affermazione di Scientology di essere una religione.

III. Cerimonie e il loro significato
SCARICA IL PDF DELL'OPUSCOLO