Come Mantenersi in Buona Salute | Centro Risorse per la Prevenzione

INTRODUZIONE

La parola Scientology deriva dal latino scio che significa “conoscere nel senso più completo del termine” e dal greco logos, ovvero “studio di o conoscenza”. Letteralmente, significa: sapere come conoscere. Scientology tiene in grande considerazione il sapere e ha come scopo il sapere in un senso molto veritiero.

Per l’Islam, “la conoscenza è il fine più alto”. La profezia islamica rispetta la conoscenza. In uno degli hadith (un corpo collettivo di tradizioni relative a Maometto e ai suoi compagni) si dice: “Io sono la Città della Conoscenza e Ali ne è l’Entrata”. Un altro hadith riporta: “Vai in Cina per la conoscenza!”. A quel tempo, la Cina era un luogo così remoto che veniva considerato la fine del mondo, eppure è lì dove era obbligatorio andare alla ricerca della conoscenza. Per l’Islam, la ricerca della conoscenza è un ideale molto alto.

Così, l’Islam ha il più alto rispetto per la conoscenza. Nell’Islam, una persona che possiede conoscenza si chiama Ulama. Ulama deriva da ilm che significa conoscenza. Da ciò si può vedere che Scientology e l’Islam puntano verso la stessa direzione e quindi potrebbero avere degli aspetti in comune.

L'autore di questo scritto ha fatto due volte il pellegrinaggio alla Mecca ed è riconosciuto come leader nel mondo islamico. Inoltre, recentemente, ha studiato anche la religione di Scientology e ha visitato il suo quartiere generale mondiale, a cui fa riferimento – usando i suoi termini – come la Mecca, ed è rimasto sorpreso da alcune delle somiglianze.

Il signor Hubbard ha viaggiato in Asia per gran parte della sua adolescenza. Lì ha meditato sulla miseria dell’Asia, domandandosi perché esistesse. Fin dall’inizio si interessò alla ricerca delle origini dell’Uomo e ciò divenne il lavoro della sua vita, che culminò nella nascita di Scientology.

Secondo il video Introduzione a Scientology (che è un’intervista del 1966 a L. Ron Hubbard, il fondatore di Scientology), il signor Hubbard ha viaggiato in Asia per gran parte della sua adolescenza. Lì ha meditato sulla miseria dell’Asia, domandandosi perché esistesse. Fin dall’inizio si interessò alla ricerca delle origini dell’Uomo, e ciò divenne il lavoro della sua vita che culminò nella nascita di Scientology.

Il signor Hubbard innanzitutto capì che sebbene l’Uomo avesse differenti culture, razze e così via, ci doveva essere un denominatore comune e, se lo si fosse scoperto, allora l’Uomo si sarebbe potuto elevare. Il signor Hubbard scoprì quel denominatore comune e si trattava di: Sopravvivi!

Perché la scoperta di sopravvivi era così importante? Se cercate la parola sopravvivere in un dizionario, troverete che la si definisce come “continuare a vivere, essere tenuti in vita, anche dopo che altri o altre cose sono morte”. Comunque, questo non è sufficiente per spiegare pienamente il termine. Quello che il signor Hubbard scoprì fu il denominatore comune dell’Uomo e questo sarebbe diventato uno dei principi fondamentali di Scientology.

Nella stessa intervista videoregistrata, il signor Hubbard rispose alla domanda su una vita successiva dicendo che l’Uomo può sopravvivere anche dopo la morte e quindi c’è una vita successiva. Quindi il termine sopravvivi non riguarda solo questa vita ma piuttosto l’eternità.

Nel Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology, si spiega la sopravvivenza come: 1. una condizione soggetta ad una non-sopravvivenza. Se un individuo sta “sopravvivendo”, sta allo stesso tempo ammettendo la possibilità di cessare di sopravvivere, altrimenti non lotterebbe mai per sopravvivere. 2. la sopravvivenza potrebbe essere definita come un impulso a persistere attraverso il tempo, nello spazio, come materia ed energia. 3. la sopravvivenza è intesa come l’unica spinta fondamentale della vita nel tempo e nello spazio, nell’energia e nella materia. La sopravvivenza si suddivide in otto dinamiche (o spinte a sopravvivere).

Come si compara questo all’Islam? “Il motivo per cui l’Uomo è stato creato e per cui vive” è spiegato in una parola araba: qiyama. Il Corano non sempre è tradotto in modo corretto dall’arabo e questa parola non è stata tradotta correttamente in inglese.

Qiyama (nome) deriva da qom o qama. Il termine qom o qama ha molti significati differenti come: sollevarsi, mettersi in piedi, guardare indietro, attaccare, vivere con onore, resuscitare, invertire, alzarsi, partire, collocare, riposarsi, iniziare, mettere in atto, sostenere e assumere responsabilità. Tenendo questo in mente, come concetto generale, il significato di qiyama nel Corano e sopravvivenza in Scientology potrebbe benissimo essere che esprimano la stessa cosa.

Nessuna delle due filosofie discuterebbe il fatto che l’Uomo sta cercando di sopravvivere e che l’Uomo sta cercando di fare del suo meglio per sopravvivere nell’universo che lo circonda.

I. L’Islam che abbraccia tutte le religioni; Scientology come la religione delle religioni
SCARICA IL PDF DELL'OPUSCOLO