Come Mantenersi in Buona Salute | Centro Risorse per la Prevenzione

Il Background Religioso e Filosofico di Scientology

I punti di vista di Scientology possono essere trovati nei noti testi di L. Ron Hubbard, scritti a partire dagli anni Quaranta ed in particolare dal 1950, anno in cui apparve il suo libro best-seller su Dianetics.

Il rapporto tra Dianetics e Scientology è così stretto, sia da un punto di vista spirituale che storico, che potrebbero essere rappresentate come le due facce della stessa moneta. Allo stesso tempo, mentre Dianetics deriva dalle due parole greche “dia” (attraverso) e “nous” (anima), Scientology significa “conoscere riguardo al conoscere, unendo la parola latina “scio” (conoscere) al suo equivalente greco “logos”. Mentre da un lato i principi di Dianetics sono stati pubblicati come metodo che viene proposto come una vera e propria “tecnologia della mente”, Scientology, dall’altro lato, è stata enfatizzata come filosofia religiosa.

Dato che anche il termine inglese “science” deriva dallo stesso termine greco “scio”, sarebbe opportuno eliminare l’inutile confusione tra le due parole, differenziandole consapevolmente nella loro pronuncia. Una soluzione potrebbe essere quella di pronunciare “Scientology” nella maniera greca e “science” in quella inglese.

La prima Chiesa di Scientology fu fondata nel 1954, con il proprio credo formulato da L. Ron Hubbard. Tale credo mostra chiaramente un’associazione che si riconosce come corpo religioso. Nel credo sono inclusi i principi che “noi della chiesa crediamo” nei “diritti uguali e inalienabili” di tutti gli uomini, come pure l’affermazione che l’Uomo è “fondamentalmente buono”, e le quattro leggi di Dio che “proibiscono all’uomo ...”.

È possibile trovare delle somiglianze tra gli insegnamenti di Scientology e le religioni monistiche orientali, in particolare l’Induismo, il Buddismo e il Taoismo. È indicativo il fatto che i manuali sulle cerimonie di Scientology collegano i loro background alle mitologie di filosofie religiose, quali l’Induismo e il Buddismo, e agli insegnamenti di Aristotele, Spinosa e S. Tommaso d’Aquino.

La dottrina di Scientology sostiene che l’Uomo esiste e cerca di sopravvivere in otto livelli distinti e interconnessi i quali, nella teologia di Scientology, vengono chiamati “dinamiche”. Le dinamiche specifiche vanno da se stessi, alla famiglia, ai gruppi, salendo fino all’universo spirituale (la settima dinamica) e all’Essere Supremo (l’ottava dinamica), chiamata anche Infinito o Dio. Ogni dinamica comprende tutte le dinamiche che la precedono.

Il concetto di “Dio” è presente negli insegnamenti di Scientology, ma in un modo diverso rispetto al Giudaismo, al Cristianesimo, all’Islamismo e alle altre religioni teistiche che hanno le proprie radici nelle tradizioni religiose del Vicino Oriente. In Scientology, Dio è la più alta delle otto dinamiche, quella che l’uomo si sforza di abbracciare e di conoscere totalmente. In questo senso, il concetto di Dio, negli insegnamenti di Scientology, è molto personale e la sua definizione completa è lasciata all’individuo.

In Scientology, la dottrina del regno spirituale è rappresentata dal “thetan”, essendo correlata a concetti dello gnosticismo antico e moderno; l’uomo sarebbe composto da thetan, mente e corpo. La parola “thetan” deriva dalla lettera greca “theta” e viene usata in Scientology per evitare confusione con i precedenti termini relativi all’“anima”.

Il cammino verso la consapevolezza spirituale passa attraverso l’“auditing”, che è una delle due principali pratiche religiose di Scientology. L’auditing si rivolge al thetan tramite livelli ascendenti di servizi religiosi, che consentono al thetan di risolvere le esperienze traumatiche sia della vita presente che di quelle precedenti. Questo sollievo determina una consapevolezza spirituale superiore.

Il cammino verso la consapevolezza spirituale passa attraverso l’“auditing”, che è una delle due principali pratiche religiose di Scientology. L’auditing si rivolge al thetan tramite livelli ascendenti di servizi religiosi, che consentono al thetan di risolvere le esperienze traumatiche sia della vita presente che di quelle precedenti. Questo sollievo determina una consapevolezza spirituale superiore.

L’altra pratica fondamentale di Scientology è chiamata “addestramento” e consiste nello studio approfondito delle scritture di Scientology, vale a dire gli scritti, le registrazioni e i film di Hubbard. La dottrina di Scientology afferma che la salvezza spirituale può essere raggiunta in questa vita solamente attraverso la pratica dell’auditing e dell’addestramento.

V. Una nuova “religione del libro” alla ricerca dell’ortodossia
SCARICA IL PDF DELL'OPUSCOLO