Come Mantenersi in Buona Salute | Centro Risorse per la Prevenzione

XXI. Diversità ed evoluzione religiosa

Il fatto che le religioni evolvano contribuisce in una certa misura alla diversità interna di una tradizione ortodossa. Una tale evoluzione è direttamente evidente nelle scritture giudaico-cristiane e, senza un riscontro di quel processo, è difficile riconciliare le testimonianze scritte degli antichi israeliti sulla vendicativa divinità tribale del Vecchio Testamento con l’essere più spiritualmente concepito e universale negli scritti dei successivi profeti e nel Nuovo Testamento. I tentativi di rendere compatibili queste descrizioni divergenti della divinità ha dato luogo a dispute all’interno e tra le chiese e i movimenti e tra i teologi. Le premesse fondamentali dei teologi cristiani sono costantemente cambiate nel corso dei secoli ma non c’è il minimo accordo tra di loro, mentre tra i Cristiani laici si possono constatare atteggiamenti di gran lunga differenti riguardo a tutti i principi fondamentali della fede. Alcuni di quegli atteggiamenti sono caratteristici di posizioni in genere sostenute più nei secoli passati, e la loro persistenza tra alcune persone laiche rende chiaro il bisogno di una valutazione critica del fenomeno dell’evoluzione religiosa, se si vuole capire la diversità all’interno di una tradizione ortodossa. Quindi, per fornire esempi, sedicenti e “illuminati” Cristiani più liberali oggi come oggi non credono più nell’inferno o nel Diavolo, ma ci sono molti Cristiani che ci credono e non solo quelli descritti come “fondamentalisti”. O ancora, nel diciottesimo e diciannovesimo secolo, la maggior parte dei Cristiani professavano la fede nella letterale resurrezione del corpo, ma oggigiorno solo una minoranza di credenti ortodossi sembra essere d’accordo con questo articolo di fede. Ancora una volta, i Cristiani hanno per secoli discusso il momento profetizzato dell’inizio del millennio, che avvenisse prima o dopo la seconda venuta di Cristo, mentre molti sembrano aver abbandonato del tutto questa possibilità.

XXII. Opinioni teologiche e credenza religiosa
SCARICA IL PDF DELL'OPUSCOLO