Come Mantenersi in Buona Salute | Centro Risorse per la Prevenzione
Scritti dal sig. Hubbard nel 1954, gli Assiomi di Scientology sono una condensazione di tutti i precedenti Assiomi e Logiche. Questi Assiomi sono verità che sono state comprovate da tutta la vita e che rappresentano il più succinto concentrato di saggezza riguardo alla natura dello spirito umano.

Assioma 1

La Vita è fondamentalmente uno Statico.

Definizione: Uno Statico di Vita non ha massa, né moto, né lunghezza d’onda, né ubicazione nello spazio o nel tempo. Ha la capacità di postulare e di percepire.

Assioma 2

Lo Statico è capace di considerazioni, postulati e opinioni.

Assioma 3

Spazio, energia, oggetti, forma e tempo sono il risultato di considerazioni fatte e/o sulle quali lo Statico ha concordato o meno, e vengono percepiti unicamente perché lo Statico considera di poterli percepire.

Assioma 4

Lo spazio è un punto di vista di dimensione.

Assioma 5

L’energia consiste di particelle postulate nello spazio.

Assioma 6

Gli oggetti consistono di particelle raggruppate.

Assioma 7

Il tempo è fondamentalmente un postulato che lo spazio e le particelle persisteranno.

Assioma 8

L’apparenza del tempo consiste nel cambiamento di posizione delle particelle nello spazio.

Assioma 9

Il cambiamento è la manifestazione primaria del tempo.

Assioma 10

Lo scopo più elevato nell’Universo è la creazione di un effetto.

Assioma 11

Le considerazioni che producono condizioni d’esistenza sono quadruplici:

a. L’As-isness è la condizione di creazione immediata senza persistenza, ed è la condizione di esistenza che esiste al momento della creazione e al momento della distruzione, ed è diversa da altre considerazioni in quanto non contiene sopravvivenza.

b. L’Alter-isness è la considerazione che introduce cambiamento, e quindi tempo e persistenza, in un’As-isness, al fine di ottenere persistenza.

c. L’Isness è un’apparenza di esistenza prodotta dalla continua alterazione di un’As-isness. Quando vi è accordo su di essa, viene chiamata Realtà.

d. La Not-isness è lo sforzo di controllare l’Isness, riducendone la condizione attraverso l’uso della forza. È un’apparenza e non può debellare interamente un’Isness.

Assioma 12

La condizione primaria di qualsiasi universo è che due spazi, due energie oppure due oggetti non devono occupare lo stesso spazio. Quando si vìola questa condizione (duplicato perfetto), si annulla l’apparenza di qualsiasi universo o di qualunque sua parte.

Assioma 13

Il Ciclo-di-Azione dell’universo fisico è: Creazione, Sopravvivenza, Distruzione.

Assioma 14

La sopravvivenza viene realizzata mediante Alter-isness e Not-isness, tramite cui si ottiene quella persistenza nota come tempo.

Assioma 15

La creazione viene realizzata postulando un’As-isness.

Assioma 16

Una completa distruzione viene realizzata postulando l’As-isness di una qualsiasi cosa esistente e delle sue parti.

Assioma 17

Lo Statico, dopo aver postulato un’As-isness, pratica poi l’Alter-isness, raggiungendo così l’apparenza dell’Isness e ottenendo così la Realtà.

Assioma 18

Lo Statico, praticando Not-isness, dà luogo alla persistenza di cose esistenti indesiderate, dando luogo così all’irrealtà, che comprende l’oblio, l’incoscienza ed altri stati indesiderabili.

Assioma 19

Portando lo Statico a guardare una qualsiasi condizione per quello che è (As-is) si sminuisce tale condizione.

Assioma 20

Portando lo Statico a creare un perfetto duplicato, si causa lo svanire di una qualsiasi cosa esistente o di una sua parte.

Un duplicato perfetto è un’ulteriore creazione dell’oggetto, della sua energia e del suo spazio, nel suo stesso spazio, nel suo stesso tempo, tramite l’uso della sua stessa energia. Questo vìola la condizione secondo cui due oggetti non debbano occupare il medesimo spazio e causa lo svanire dell’oggetto.

Assioma 21

La Comprensione è composta di Affinità, Realtà e Comunicazione.

Assioma 22

Praticare Not-isness riduce la Comprensione.

Assioma 23

Lo Statico ha la capacità di Knowingness totale. La Knowingness totale consisterebbe in ARC totale.

Assioma 24

Una ARC totale provocherebbe lo svanire di tutte le condizioni meccaniche dell’esistenza.

Assioma 25

L’Affinità è una scala di atteggiamenti che si allontana dalla co-esistenza dello Statico, passa per interposizioni di distanza e di energia, al fine di creare identità, e prosegue in giù fino a una stretta vicinanza, ma tuttavia mistero.

Con la pratica dell’Isness (Beingness) e della Not-isness (rifiuto di Essere), l’individuazione procede dalla Knowingness di un’identificazione completa, e scende attraverso l’introduzione di una sempre maggiore distanza e una sempre minore duplicazione, passando per le condizioni di Guardare (Lookingness), Manifestare Emozioni, Sforzo, Pensare (Thinkingness), Simboli, Mangiare, Sesso e via dicendo, fino a Non-Knowingness (Mistero). Fino a che non si è raggiunto il punto di Mistero, una certa comunicazione rimane possibile, ma persino a Mistero un qualche tentativo di comunicare permane. Nel caso di un individuo, si tratta di un graduale allontanamento dal credere di poter assumere una completa Affinità, per scendere fino alla convinzione che tutto sia un completo Mistero. Ogni individuo si trova in qualche punto di questa Scala da Conoscere a Mistero. Nella sua forma originale, il Quadro della Valutazione Umana costituiva la sezione “Emozione” di questa scala.

Assioma 26

La Realtà è l’apparenza di qualcosa di esistente su cui c’è stato accordo.

Assioma 27

Per qualcuno, preso individualmente, può esistere una Fattualità, ma solo quando altri concordano su di essa, la si potrà considerare una Realtà.

L’anatomia della Realtà è contenuta nell’Isness, che è composta di As-isness e di Alter-isness. Un’Isness è un’apparenza, non una Fattualità. La Fattualità è l’As-isness che viene alterata per ottenere persistenza.

L’Irrealtà è la conseguenza e l’apparenza della pratica della Not-isness.

Assioma 28

La comunicazione è la considerazione e l’azione d’inviare un impulso o una particella da un punto-sorgente attraverso una distanza a un punto-ricevente, con l’intenzione di determinare nel punto-ricevente una duplicazione e comprensione di quel che è stato emanato dal punto-sorgente.

La Formula della Comunicazione è: Causa, Distanza, Effetto, con Intenzione, Attenzione e Duplicazione con Comprensione.

Le parti che compongono la Comunicazione sono: Considerazione, Intenzione, Attenzione, Causa, Punto-sorgente, Distanza, Effetto, Punto-ricevente, Duplicazione, Comprensione, Velocità dell’impulso o della particella, Nothingness o Somethingness. Una non-Comunicazione consiste di Barriere. Le Barriere consistono di Spazio, Interposizioni (ad esempio muri e schermi di particelle in rapido movimento) e Tempo. Una comunicazione, per definizione, non ha bisogno di essere a due sensi. Quando una comunicazione viene corrisposta, la Formula si ripete e il Punto-ricevente ora diventa Punto-sorgente e il Punto-sorgente di prima ora diventa il Punto-ricevente.

Assioma 29

Per causare la persistenza di un’As-isness, si deve assegnare a qualcun altro la paternità della propria creazione. Altrimenti guardandola la si farebbe svanire.

Qualsiasi spazio, energia, forma, oggetto, condizione individuale o appartenente all’universo fisico può esistere solo quando si è verificata un’alterazione dell’As-isness originale così da impedire che, guardandola casualmente, svanisca. In altre parole, ogni cosa che persiste deve contenere una “bugia”, in modo che la considerazione originale non venga duplicata completamente.

Assioma 30

La regola generale dell’auditing è che ogni cosa che persiste, pur essendo indesiderata, deve essere guardata nella sua interezza, al che svanirà.

Se viene guardata solo parzialmente, diminuirà, quanto meno, d’intensità.

Assioma 31

Bontà e Cattiveria, Bellezza e Bruttezza sono, allo stesso modo, considerazioni e si fondano unicamente sull’opinione.

Assioma 32

Tutto ciò che non viene osservato direttamente tende a persistere.

Assioma 33

Qualsiasi As-isness che sia alterata da Not-isness (dalla forza) tende a persistere.

Assioma 34

Qualsiasi Isness, quando viene alterata dalla forza, tende a persistere.

Assioma 35

La Verità Assoluta è uno Statico.

Uno Statico non ha massa, significato, mobilità, non ha lunghezza d’onda, non ha tempo, non ha ubicazione nello spazio, non ha spazio.

Tecnicamente viene chiamato “Verità Fondamentale”.

Assioma 36

Una bugia è un secondo postulato, una seconda affermazione o condizione intesi a mascherare un postulato primario a cui si permette di permanere.

Per esempio:

Un movimento o un cambiamento di posizione di una particella non è né una verità né una bugia.

Una bugia è l’affermazione che non si sia mossa una particella che invece si è mossa, o l’affermazione che si sia mossa una particella che invece non si è mossa.

La bugia fondamentale è il fatto che sia stata fatta una considerazione che invece non è stata fatta, o che era diversa.

Assioma 37

Quando una considerazione primaria viene alterata, pur esistendo ancora, si ottiene persistenza per la considerazione alterante.

Tutta la persistenza dipende dalla Verità Fondamentale, tuttavia la persistenza è propria della considerazione alterante, poiché la Verità Fondamentale non ha né persistenza né non persistenza.

Assioma 38

1: La stupidità consiste nel non sapere ciò che si è considerato.

2: Definizione Meccanica: La stupidità consiste nel non sapere il tempo, il luogo, la forma e l’avvenimento.

1: La Verità è l’esatta considerazione.

2: La Verità è l’esatto tempo, l’esatto luogo, l’esatta forma e l’esatto avvenimento.

Pertanto, vediamo che mancare di scoprire la Verità genera stupidità.

Pertanto, vediamo che scoprire la Verità, come dimostrato da effettivi esperimenti, dà luogo a un’As-isness.

Pertanto, vediamo che una Verità Assoluta non avrebbe tempo, luogo, forma o avvenimento.

Pertanto, quindi, osserviamo che la persistenza può essere ottenuta solamente se si maschera una verità.

Il mentire è un’alterazione del tempo, del luogo, dell’avvenimento o della forma.

Il mentire diventa Alter-isness, diventa stupidità.

(La nerezza dei casi è un’accumulazione delle bugie proprie del caso o di quelle altrui.)

Qualsiasi cosa persista deve evitare l’As-isness. Pertanto, qualunque cosa, per poter persistere, deve contenere una menzogna.

Assioma 39

La Vita pone a se stessa problemi da risolvere.

Assioma 40

Ogni problema, per essere tale, deve contenere una bugia. Se fosse verità, si dissolverebbe.

Un “problema insolubile” avrebbe la massima persistenza. Conterrebbe anche il maggior numero di fatti alterati.

Per creare un problema si deve introdurre Alter-isness.

Assioma 41

Ciò in cui s’introduce Alter-isness diventa un problema.

Assioma 42

Il Mest (Materia, Energia, Spazio, Tempo) persiste perché è un problema.

È un problema perché contiene Alter-isness.

Assioma 43

Il Tempo è la fonte primaria della falsità.

Il Tempo esprime la falsità di considerazioni consecutive.

Assioma 44

Theta (lo Statico) non ha un’ubicazione nella Materia, nell’Energia, nello Spazio o nel Tempo.
È capace di considerazione.

Assioma 45

Theta può considerare di avere una posizione, al che acquisisce una posizione e, in quella misura, diventa un problema.

Assioma 46

Per sua stessa considerazione, Theta può diventare un problema, ma in tal caso diventa Mest.

Un problema è in una certa misura Mest. Il Mest è un problema.

Assioma 47

Theta può risolvere i problemi.

Assioma 48

La Vita è un gioco in cui Theta in quanto Statico risolve i problemi di Theta in quanto Mest.

Assioma 49

Per risolvere qualsiasi problema è unicamente necessario diventare theta il solutore
anziché theta il problema.

Assioma 50

Theta in quanto Mest deve contenere considerazioni che sono bugie.

Assioma 51

I postulati e la viva comunicazione, non essendo Mest ed essendogli superiori, possono produrre cambiamenti nel Mest senza determinare una persistenza dello stesso. Pertanto l’auditing può aver luogo.

Assioma 52

Il Mest persiste e si solidifica nella misura in cui non gli viene concessa vita.

Assioma 53

È necessario un Dato Stabile affinché i dati si allineino.

Assioma 54

Al fine di reagire razionalmente nelle otto dinamiche è necessario tollerare la confusione e disporre simultaneamente di un Dato Stabile concordato, che allinei i dati della confusione stessa. Questa è la definizione di sanità mentale.

Assioma 55

Il Ciclo-di-Azione è una considerazione. Creare, Sopravvivere e Distruggere, ovvero il Ciclo-di-Azione, accettato dall’Entità Genetica, è solo una considerazione che il thetan può modificare, formulando una nuova considerazione ovvero cicli d’azione diversi.

Assioma 56

Theta porta ordine nel caos.

Corollario: Il caos porta disordine nel theta.

Assioma 57

L’ordine si manifesta quando theta dispone di Comunicazione, Controllo e Havingness.

Definizioni:

Comunicazione: Lo scambio di idee attraverso lo spazio.

Controllo: Postulare positivamente, ovvero intenzione e relativa esecuzione.

Havingness: Ciò che permette di fare esperienza di massa e pressione.

Assioma 58

Intelligenza e capacità di giudizio sono misurate dalla capacità di valutare le importanze relative.

Corollario: La più elevata facoltà della logica consiste nella capacità di valutare ciò che è importante e ciò che non è importante.

Corollario: L’identificazione è un’assegnazione monocorde dell’importanza.

Corollario: L’identificazione è l’incapacità di valutare le differenze in termini di tempo, luogo, forma, composizione o importanza.

Quanto sopra è un sommario degli stati di essere che si possono impiegare per creare, causare persistenza o distruggere.

PUR AVENDO CONCORDATO CON LE MECCANICHE E PUR MANTENENDO GLI ACCORDI,
IL THETAN PUÒ FARE INNUMEREVOLI POSTULATI CHE, A CAUSA DELLE LORO CONTRADDIZIONI E COMPLESSITÀ, CREANO, FANNO PERSISTERE E DISTRUGGONO
IL COMPORTAMENTO UMANO.

SCARICA IL PDF DELL'OPUSCOLO